Charly's blog

I cani di Don Mazzi

Occasionalmente dal mondo dei cattocosi si levano voci indignate contro l’abitudine di spendere i soldi per i cani e/o i gatti e non per i vari membri dell’umanità misera e miserevole che soffre di questo o quello. L’ultimo della lista è Don Mazzi che, come al solito, ha invitato a dirottare i soldi dagli amici pelosi agli esseri umani pelosi.

Che dire? Beh, in genere si potrebbero evidenziare i soliti elementi: nessun cane/gatto assumerà mai atteggiamenti da bullo nei tuoi confronti, nessun cane/gatto ti giudicherà per quello che sei, nessun cane/gatto ti abbandonerà nel momento del bisogno, eccetera. Non vi è la necessità, tuttavia, di una simile operazione: Don Mazzi ha detto una pirlata perché male informato. Un cattocoso mal informato? Ma dai! Superata la vostra incredulità leggete qua:

http://www.linkiesta.it/blogs/verde-matematico/don-mazzi-forse-ha-bisogno-di-qualche-idea-nuova-e-di-qualche-dato-piu

Per chi non avesse la voglia di leggere, analizzando i dati verrebbe fuori che il 95% dei soldi spesi in beneficienza non vanno a cani e/o gatti, ma alla ricerca scientifica ed agli aiuti umanitari. Morale? I cani/gatti si affiancano al “nichilismo” come spauracchio morale per il cattocoso  perbene con la Bibbia griffata.

Annunci

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 12 aprile 2012 da in cronaca con tag , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: