Charly's blog

E spezziamola questa lancia per il M5S

Negli ultimi tempi si è assistito sui media una vera e propria caccia alle streghe al M5S da parte di persone che non dovrebbero proprio permetterselo. Parliamo, infatti, di esponenti politici di primo piano dei partiti politici che hanno affossato il paese o di pseudo intellettuali da salotto impegnati ad usare la stampa come manganello mediatico contro questo o quell’avversario. Beninteso, le accuse di cialtroneria e di incompetenza rivolte ai grillini sono esatte, nulla da eccepire. Ma cosa si dovrebbe dire del Pdl o del PD? Vi sembrano organizzazioni politiche piene di sagaci competenti?
E non è finita qui. Proviamo a fare un piccolo excursus storico. Nel 1.992 la Prima Repubblica crolla sotto gli scandali e la crisi economico finanziaria. Quel giorno muore anche la politica e la figura del partito tradizionale, tant’è che dal 1.994 abbiamo un fiorire di alleanze, democratici di qua o di là, popoli di qualcosa o forza cippa. La discesa in campo di Berlusconi porta alla ribalta l’homo oeconomicus contro quello politicus. Da lì l’idea di governare il paese come se fosse un’azienda con un programma pro impresa e pro market. A livello più profondo l’homo oeconomicus è un invito alla disattenzione nei confronti della politica. Quel che conta è produrre e fare in quanto unici metri di giudizio della vita di ogni persona [1]. Che si dia, allora, un assegno in bianco al nuovo premier neo Amministrato delegato. Il risultato? La quasi bancarotta del paese, con tanto di rimozione dell’amministratore da parte di organismi internazionali (e le banche dell’Italia).
All’homo oeconomicus subentra, quindi, quello tecnicus con un nuovo esecutivo composto da figure in teoria competenti in materia. Un incubo, a prima vista, per tutti quelli che considerano la vita una gigantesco teatro tirato su per il proprio diletto. A dispetto di ogni timore, tuttavia, l’Esecutivo Monti è passato alle cronache per le gaffe e la scarsa capacità di incidere sulla salute del paese. Le recenti elezioni sono state l’epitaffio su questa tipologia politica. Sapete com’è, in democrazia si vota.
Ricapitoliamo, ordunque: l’uomo politico è morto nel 1.992, quello oeconomicus nel 2.011, quello tecnicus nel 2.012. Che rimane dopo che abbiamo esaurito tutte le figure competenti sia il campo quello politico, economico o tecnico? Gli incapaci. Tanto peggio dei competenti non potranno fare. Mal che vada ci sarà la Biowashball per tutti. E potremo sempre sghignazzare sulle incoerenze di chi propugna la decrescita salvo poi proporre l’uso dell’informatica per aumentare la produttività. Insomma, buone nuove per me e per chi apprezza il teatro della vita [2], un po’ meno per il paese.

[1] La cosa è ben evidente nell’isteria contro i dipendenti pubblici o nella rincorsa al Pil. Senza dimenticare i nuovi eroi della società: i Bill Gates o i Steve Jobs. Io continuo a preferire i Leonardo da Vinci e i Beowulf.
[2] Se si considera la vita alla stregua di una sit-com non c’è mondo migliore di questa miserabile palla di fango.

Annunci

2 commenti su “E spezziamola questa lancia per il M5S

  1. magiupa
    16 marzo 2013

    be si sarà,ma le sit-com mi hanno stufato almeno da una decina d’anni,la televisione è vecchia ma un parlamento che arriva 10 anni dopo di tutto per essere il nuovo della televisione 10 anni dopo di tutti,mmmm.
    Possiamo vedere che c’è al prossimo giro?subito pero?

    • Charly
      17 marzo 2013

      A me le sit-com gustano. Ieri ne ho scoperta una nuova: “Vikings”. Se ti piace il genere te lo consiglio.

I commenti sono chiusi.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 16 marzo 2013 da in politica con tag , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: