Charly's blog

Recensione operatore telefonico: PosteMobile

Ho utilizzato per poco più di un anno l’offerta TIM young: un giga di internet, 1.000 sms verso tutti per 6 euro al mese (a partire dal 2° anno il costo aumenta a 10 euro). Se si considera la copertura telefonica e quella internettiana non ho mai avuto problemi o noie. Ho deciso di cambiare, tuttavia, per pagare meno e per avere un po’ più di flessibilità. Nell’era di WhatsApp i 1.000 sms gratuiti sono largamente inutilizzati e avrei preferito avere piuttosto qualche minuto di chiamata. Si noti bene che non sono un accanito utilizzatore della telefonia.

Ho dato un’occhiata alle offerte e ho trovato di mio gusto l’offerta targata PosteMobile chiamata 0 Pensieri extra small. In sintesi l’offerta offre 1 giga di internet, 150 minuti e 150 sms al mese e minuti/sms illimitati verso un altro numero PosteMobile per 4,50 euro al mese per 10 anni. L’unico neo è che si poteva accedere a questa offerta solo su “invito” di un altro numero PosteMobile. Mia madre era un’utente e, quindi, non ho avuto problemi.

Le condizioni dell’offerta sono ottime per le mie esigenze, ma per gli elementi sopra menzionati limitati nel tempo e nell’accessibilità. La cosa mi permette, tuttavia, di tracciare un quadro dell’operatore. Uno dei principali ostacoli al cambiamento, infatti, è la paura di avere a che fare con un cambiamento in peggio.  Come mi sono trovato, allora, nel passaggio dalla TIM a PosteMobile? Nel complesso la copertura telefonica e internettiana risulta inferiore a quella targata TIM. La cosa non deve sorprendere dato che PosteMobile è un operatore appena nato e che TIM essendo collegata a TELECOM ha l’accesso a tutte le infrastrutture (tuttora le principali del paese). Se la TIM mi ha offerto un ottimo servizio, PosteMobile ha finora garantito un servizio oscillante fra il sufficiente e il buono. Si presti attenzione: la copertura può variare da zona a zona e io mi trovo nella prima cintura torinese [1]. Consiglio sempre di verificare questa variabile prima di effettuare un cambio sia esso telefonico o altro.

Per quanto riguarda il servizio clienti, l’ho utilizzato una volta perché avevo noie con la copertura internet che andava e veniva. La nota qui è negativa dato che il front office mi ha indirizzato al back office, procedura standard nel customer care, ma la chiamata del tecnico non l’ho mai ricevuta. Alla fine il problema l’ho risolto da solo [2], ma il servizio è stato negativo. Ma una chiamata è un campione statistico insufficiente e prendete la cosa come un aneddoto.

In conclusione, PosteMobile è più adatta per utenti che vogliono spendere poco e che non cercano particolari servizi. Se siete degli accaniti utilizzatori o se ne avete necessità per motivi lavorativi vi conviene guardare altrove. Per lo meno allo stato attuale delle cose.

Voto: 6,5. Per chi bada al risparmio e all’essenziale.

[1] Cfr. http://it.wikipedia.org/wiki/Area_metropolitana_di_Torino.

[2] Come ho risolto? Premendo pulsanti a caso sul mio Nokia N8: ho attivato anche il 3G insieme alla Rete mobile.

Annunci

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 29 dicembre 2013 da in recensioni con tag .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: