Charly's blog

L’Hagakure o del “non ci sono più le mezze stagioni”

In che tempi viviamo? Ma è ovvio non ci sono più gli uomini di una volta, sembrano delle femminucce. E poi i giovani di oggi non studiano più, mangiano troppo e sono dissoluti pensando solo al sesso. E le persone? Vogliamo parlare delle persone? Tutti sono maleducati e sempre di fretta.

Già. Vorrei presentarvi una cosetta. L’Hagakure è una delle opere più caratteristiche della letteratura giapponese e contiene gli insegnamenti del monaco Yamamoto Tsunetomo. Il testo è una sorta di Bibbia del Samurai ed una guida al Bushido, il codice d’onore proprio di questa casta di guerrieri. Al riguardo nell’immaginario collettivo il samurai è sinonimo di fedeltà, onore, impegno e dedizione. Stranamente, tuttavia, Tsunetomo sostiene che a cavallo fra il 17° e il 18° secolo i samurai fossero un tantinello effeminati:

Realmente, osservando gli uomini di oggi, vediamo che ci sono molti che somigliano alle donne. È raro incontrare uno del quale si possa dire che è veramente un uomo.

E poi dissoluti:

I samurai di oggi non pensano neanche per sogno a queste cose e passano il tempo cercando i loro interessi. Anche quando non si comportano bene, non si esaminano in base alla loro condotta riprovevole, dimenticando il loro onore. È certamente una cosa triste che vivano nella dissolutezza.

E materialisti tendenti all’edonismo:

I giovani samurai nelle loro conversazioni non parlano d’altro che di soldi, di affari, di cura della casa, di moda e di sesso. Al di fuori di queste cose non hanno nessun altro interesse.

Mica come i giovani di un tempo:

Nel passato i giovani di venti o trent’anni non avevano ancora queste basse aspirazioni e non ne parlavano affatto. […] Questo avviene perché nel mondo si pensa soltanto ad avere una bella casa. Se si rinunciasse a questo lusso esagerato si potrebbe vivere in modo decoroso

E parolacciuti:

I giovani di oggi non mostrano più nessun autocontrollo. Mangiano e bevono troppo e perdono il tempo in chiacchiere. Usano un linguaggio poco decente e si comportano in un modo biasimevole.

E poi la gente:

Oggi la gente dimostra di avere poca gentilezza e sembra distratta e antipatica.

E:

Non ci sono più buone persone: non c’è quasi più nessuno che ascolta le cose che gli sarebbero utili e c’è ancora meno gente che si dedica alla ricerca della verità.

Delle due l’una: o il mondo è in continua corruzione dal paleozoico ad oggi oppure ai vecchi piace lamentarsi. Indovinate quale delle due è la risposta corretta.

Annunci

3 commenti su “L’Hagakure o del “non ci sono più le mezze stagioni”

  1. lamb-O
    16 ottobre 2014

    Il primo fine della scrittura fu quello di registrare le riserve di grano. Il secondo fu quello di descrivere quanto fosse corrotta la gioventù.

    • Charly
      17 ottobre 2014

      Il terzo fine fu “piove, Governo ladro”.

  2. Warci Lich
    18 ottobre 2014

    “O tempora, o Mores”
    Il passatempo preferito dagli anziani fin dal 10000 a. C.

I commenti sono chiusi.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 16 ottobre 2014 da in cultura con tag .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: