Charly's blog

Diamo i dati: PISA 2012, seconda parte

Passiamo, ora, ai risultati conseguiti nei tre settori presi in esame.

Tabella n° 1. Riepilogo risultati PISA 2012.

Italia Media Ocse
Matematica 485 494
Lettura 490 496
Scienza 494 501

Fonte: Invalsi.

 

Matematica

Se si considera la performance in matematica la media OCSE nel 2012 corrisponde a 494 punti. l’Italia si colloca lievemente ma significativamente sotto la media OCSE con un punteggio di 485.  La Corea del Sud presenta il punteggio medio più elevato fra i Paesi OCSE (554). Due paesi partner, la provincia cinese di Shangai (613) e Singapore (573), hanno un punteggio medio che è un livello di competenza sopra la media OCSE. Altri paesi dell’OCSE con performance media superiore alla media OCSE sono Giappone (536), Svizzera (531), Paesi Bassi (523), Estonia (521), Finlandia (519), Canada (518), Polonia (518), Belgio(515), Germania (514), Austria (506), Australia (504), Irlanda (501), Slovenia (501), Danimarca(500) Nuova Zelanda (500). Quattro paesi partner sono sopra la media OCSE: Hong Kong (561),Taipei (560), Macao (538), Liechtenstein (535) e Vietnam (511).

Lettura

Per quanto riguarda la lettura la media OCSE corrisponde a 496 punti. Il Giappone e la Corea del Sud con una media nazionale rispettivamente di 538 e 536 punti sono i paesi OCSE con performance più elevate, ma è la provincia cinese di Shanghai a riportare il risultato medio più alto in assoluto tra tutti i paesi partecipanti con una media sulla scala di lettura di 570 punti. Altri paesi dell’OCSE con risultati medi superiori alla media internazionale sono Finlandia (524), Irlanda e Canada (entrambi 523), Polonia (518), Estonia (516), Nuova Zelanda e Australia (entrambi 512), Paesi Bassi (511), Svizzera e Belgio (entrambi 509), Germania (508), Francia (505) e Norvegia (504). Non significativamente diversi dalla media OCSE sono i punteggi conseguiti da Regno Unito

(499), Stati Uniti (498), Danimarca (496) e Repubblica Ceca (493). L’Italia si colloca lievemente, ma significativamente, sotto la media OCSE con un punteggio di 490 punti. I paesi OCSE che riportano un risultato medio in linea con quello italiano sono Stati Uniti (498), Danimarca (496), Repubblica Ceca (493), Austria (490), Ungheria, Spagna, Lussemburgo e Portogallo (tutti e quattro con 488), Israele (486), Svezia (483) e, tra i paesi partner, Lettonia (489) e Croazia (485).

Scienza

Se si considerano le competenze scientifiche la media dei paesi OCSE, in PISA 2012, è pari a 501. Cinque paesi ed economie partner conseguono un punteggio medio in scienze superiore: si tratta di Cina‐Shangai (580), Cina‐Hong Kong (555), Singapore (551), Giappone (547) e Finlandia (545). Si collocano al di sopra della media OCSE anche Estonia, Corea del Sud, Polonia, Canada, Germania, Paesi Bassi, Irlanda, Australia, Nuova Zelanda, Svizzera, Slovenia, Regno Unito, Repubblica Ceca e, tra i paesi ed economie partner, Vietnam, Liechtenstein, Cina‐Taipei e Cina‐Macao. Conseguono punteggi intorno alla media OCSE: Austria, Belgio, Francia, Danimarca e Stati Uniti. L’Italia, con un punteggio medio di 494 (deviazione standard 93), si colloca in maniera statisticamente significativa al di sotto della media OCSE e, nel confronto con i paesi OCSE, l’Italia consegue un punteggio medio in linea con quello di Francia, Danimarca, Stati Uniti, Spagna, Norvegia, Ungheria, Lussemburgo e Portogallo. I paesi OCSE significativamente al di sopra della media italiana sono: Finlandia (545), Estonia (541), Giappone (547), Canada (525), Corea del Sud (538), Australia (521), Irlanda (522), Slovenia (514), Polonia (526), Germania (524), Nuova Zelanda (516), Paesi Bassi (522), Svizzera (515), Regno Unito (514), Belgio (505), Repubblica Ceca (508) e Austria (506). Al contrario, i paesi OCSE che si collocano al di sotto della media italiana in maniera statisticamente significativa sono: Svezia (485), Israele (470), Islanda (478), Repubblica Slovacca (471), Turchia (463), Grecia (467), Cile (445) e Messico (415).

Ma…

Questi dati sembrano condannare senza appello gli studenti italiani. Peccato che ci sia un “ma” grande come una casa. Per scoprirlo basterà attendere il prossimo post.

Annunci

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 30 dicembre 2014 da in Diamo i dati con tag , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: