Charly's blog

Il pestaggio sulla metro e i Kung Fu master da tastiera

Un caso di cronaca di un paio di giorni fa [1]:

È stato preso a calci e pugni in testa il 37enne pestato da due ragazzi ieri pomeriggio in un vagone della metro B di Roma. Un’azione violentissima avvenuta davanti agli occhi di altri passeggeri che per paura sono fuggiti. Secondo quanto si è appreso, dal vagone ci sarebbe stato un fuggi-fuggi generale mentre la madre cercava di difendere il ragazzo facendogli da scudo e rimanendo anche lei lievemente ferita per le botte. A dare l’allarme alla polizia un vigilante della stazione metropolitana di piazza Bologna, che ha notato la gente fuggire. Qualche minuto più tardi gli agenti hanno arrestato due ragazzi di Caserta in viale XXI Aprile, a pochi metri di distanza dall’uscita della metropolitana. I due, che hanno precedenti per spaccio e rapina, erano nella Capitale per una «toccata e fuga». Madre e figlio, residenti a Tivoli, erano saliti in metro a Termini. A indagare sulla vicenda il commissariato Porta Pia.

E nessuno è intervenuto a difesa delle vittime. E così dopo petaloso ecco a voi il nuovo termine da sottoporre alla Crusca: indignoso.

—- Le dure repliche della realtà —-

Una caratteristica dei tempi contemporanei è la continua richiesta di interventi legislativi ogni qualvolta che un episodio di cronaca viene portato alla luci della ribalta. Pestano, ad esempio, una ragazzina a Roma perché lesbica [2]? Che si vari una legge contro l’omofobia, che diamine. Tutto bello, però verrebbe da chiedersi se l’attuale quadro legislativo copra o meno un episodio simile. La risposta è affermativa e basterebbe applicare le leggi esistenti, comprese le aggravanti per futili motivi e compagnia cantante. La morale è che non servono nuove leggi che poi, magari, non saranno applicate ma basta applicare quelle esistenti.

Tornando al discorso originale, proviamo a trascendere il caso specifico e prendiamo in esame la questione generale: in caso di aggressione, un intervento a difesa della vittima che cosa richiede per poter essere messo in pratica? Ecco a voi:

  • Preparazione fisica;
  • Preparazione tecnica;
  • Preparazione psicologica;

In aggiunta devo evidenziare l’importanza di un quadro legislativo favorevole in merito alla legittima difesa. In caso d’intervento a difesa di qualcuno, se l’aggressore dopo essere stato colpito cade e muore, come finisce? Se il rischio è un processo per omicidio colposo o preterintenzionale non ci siamo proprio, direi.

È da notare che in base all’attuale offerta formativa le persone escono dalla scuola sprovviste sotto tutti i punti che abbiamo elencato. In più il quadro legislativo è tutto fuorché favorevole e il rischio di incrociare la strada di un magistrato che vive fuori dal mondo è piuttosto consistente. Il che mi porta a interrogarmi su come sia possibile che tante persone siano pronte a combattere senza remore e senza problemi: che a scuola abbia saltato, colpevolmente, le ore dedicate all’Hokuto Shinken? O, magari, mi sono limitato a saltare le ore dedicate al Kung Fu da tastiera…

_____________________________________________________

[1] Cfr. http://www.lastampa.it/2016/09/19/italia/cronache/chiede-a-due-ragazzi-di-non-fumare-in-metro-enne-pestato-brutalmente-grave-vfbiM2wdozsVHG9zukWGuJ/pagina.html.

[2] Cfr. http://www.ilmessaggero.it/roma/cronaca/gay_street_aggressione_omofoba_roma-1985434.html.

Annunci

Un commento su “Il pestaggio sulla metro e i Kung Fu master da tastiera

  1. Rettiliano Verace
    25 settembre 2016

    Purtroppo hai ragione su tutto, soprattutto sul fatto della “legittima difesa”. Prova a difenderti da un delinquente di professione e avrai tanti di quei guai al processo da farti rimpiangere di non esserti fatto rapinare senza storie. Ho seguito un corso di difesa personale, la prima cosa che il nostro insegnante ex caramba ci ha detto e’ che in caso di rapina la cosa migliore da fare e’ consegnare il portafogli senza storie oppure mollare uno spintone e scappare di corsa.

I commenti sono chiusi.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 25 settembre 2016 da in cronaca con tag , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: