Charly's blog

I disoccupati? Non hanno voglia di far niente! Specie per chi non si è grado di capire un grafico…

La ricordate l’improvvida Fornero che si dilettava nell’etichettare come choosy migliaia e migliaia di disoccupati? Non che fosse l’unica a deridere i disocuppati, specie i più giovani, con insulti e commenti di stampo moralista. Ed ecco a voi la definizione di analfabetismo funzionale [1]:

Con il termine analfabetismo funzionale si intende l’incapacità di un individuo di usare in modo efficiente le abilità di letturascrittura e calcolo nelle situazioni della vita quotidiana. In generale, l’analfabetismo è l’incapacità di leggere o scrivere frasi semplici in una qualsiasi lingua. Si parla talvolta, meno comunemente, di illetteratismo, termine usato perlopiù in ambito scientifico che definisce individui incapaci di comprendere, valutare, usare e farsi coinvolgere con testi scritti per intervenire attivamente nella società, per raggiungere i propri obiettivi e per sviluppare le proprie conoscenze e potenzialità.

Tempo fa mi ero occupato di questa leggenda metropolitana ma l’aspetto più paradossale è che basta una buona connessione internet. Sempre per chi non è un analfabeta funzionale…

—- Un grafico dedicao agli analfabeti funzionali —-

Proviamo a comparare il tasso di disoccupazione fra la Germania e l’Italia, basta usare Google che si connette in automatico con l’Eurostat:

tasso-di-disoccupazione

Ed ecco il numero di disoccupati:

 numero-disoccupati

Cosa notiamo? Che la storiella dei choosy si scontra con il fatto che il tasso di disoccupazione italiano nell’aprile del 2007 era pari al 5,7%, valore più basso dal 1984, mentre quello tedesco era al 11,2% nel luglio 2005. E dubito che si possa sostenere che gli italiani non fossero choosy fino al 2007 per poi cambiare idea subito dopo fino a raggiungere il 13,1% nel novembre 2014.

Un simile trend si osserva, ovviamente, anche fra i giovani della classe d’età 15-24 anni:

 tasso-disoccupazione-giovani

La Germania raggiunge il suo picco nel maggio del 2005, 15,6%, per poi calare fino al 7%. Al marzo del 2007 l’Italia raggiunge il suo minino del 17,8% per poi risalire fino al 43,7% del marzo 2014.

disoccupati-giovani

 Un curioso cambio di choosità fra paesi? O, più semplicemente, l’andamento occupazionale segue il ciclo economico. Voi che dite?

_________________________________________________________

[1] Cfr. https://it.wikipedia.org/wiki/Analfabetismo_funzionale.

Annunci

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 21 ottobre 2016 da in economia con tag , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: