Charly's blog

Medice, cura te ipsum: il caso del Sole 24 Ore

Maretta alla direzione del Sole 24 Ore [1]:

Il Cdr del Sole 24 Ore “dopo un voto di oltre il 90% dell’assemblea”, ha proclamato uno sciopero a oltranza sino al momento della rimozione del direttore. Un’iniziativa senza precedenti nella storia sindacale del Sole 24 Ore.

Ed ecco la prima motivazione [2]:

L’iscrizione nel registro degli indagati, per il reato di false comunicazioni sociali, del direttore Roberto Napoletano e di altri ex manager del gruppo, compresi l’ex presidente e l’ex amministratore delegato, rappresenta la pagina più buia nella storia del Sole 24 Ore. La redazione ha, sin da ottobre, sfiduciato a larghissima maggioranza il direttore e poi ribadito in più occasioni pubbliche la sua presa di distanza. Già allora era infatti evidente come, al di là delle responsabilità penali che sono ancora da accertare, a Roberto Napoletano dovesse essere attribuito un ruolo di primo piano in una gestione editoriale del tutto deficitaria, che ha contribuito a portare la società sull’orlo del fallimento.

Da ieri è emerso che la Procura di Milano ha acceso un faro anche sulla sua condotta. Al di là dell’esito finale del procedimento penale per la redazione è inammissibile che il giornale della finanza, dell’economia, del diritto possa andare in edicola con la firma di un direttore indagato per un reato assai grave, in ipotesi commesso proprio durante la sua permanenza al Sole 24 Ore. Ritiene pertanto, dopo un voto di oltre il 90% dell’assemblea, di non potere che proclamare uno sciopero a oltranza sino al momento della sua rimozione. Un’iniziativa senza precedenti nella storia sindacale del Sole 24 Ore e che, purtroppo, è l’unica che appare adeguata alla gravità della situazione.

Fino a dire che «queste sono le ore più drammatiche nella storia del Sole 24 Ore». Ed ecco il secondo capo d’accusa [3]:

Per il secondo anno consecutivo, infatti, siamo qui a esprimere il nostro parere su un bilancio pesantemente in rosso. Il 2010, che doveva essere l’anno del rilancio dopo il disastroso 2009, si è chiuso al contrario con una perdita di 40 milioni di euro: il Gruppo ha così bruciato 92 milioni in due anni. […] Il verdetto dei numeri del resto è impietoso: il margine operativo lordo, positivo per quasi 50 milioni nel 2008, si è liquefatto. Le copie sono calate pesantemente, attestandosi a 265mila, un’ulteriore pesante diminuzione rispetto alle 296mila di circa un anno fa; la pubblicità non dà segni di risveglio e continua una caduta libera anche più accentuata rispetto ai concorrenti.

Non è fantastico? Il giornale che si diletta a fare le prediche sull’economia è lo stesso che presenta conti in rosso con tanto di guai giudiziari. Non posso che commentare con l’evangelico “Medice, cura te ipsum” e con la variante del Salmo 23:

Il Mercato è il mio pastore: non manco di nulla.

Cari tizi de Sole, buona austerità e buona flessibilità.

————————————————————–

[1] Cfr. http://www.ansa.it/lombardia/notizie/2017/03/10/sole-24-ore-sciopero-a-oltranza_89a60e5b-be8f-4f37-9fb9-1ba43fc74b60.html.

[2] Cfr. http://www.ilpost.it/2017/03/11/sole-24-ore-sciopero-2/.

[3] Cfr. http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2016-10-25/comunicato-sindacale-085616.shtml?uuid=ADsDATiB.

Annunci

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 11 marzo 2017 da in Uncategorized con tag , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: