Charly's blog

#HastatoPutin! Ah no, aspetta: le interferenze europee nel voto italiano

Fino a pochi giorni fa il copione era scontato ed era la Russia a essere accusata di interferire nelle elezioni italiane [1]:

Con le elezioni in arrivo nel 2018, l’Italia potrebbe essere un obiettivo per l’interferenza elettorale del Cremlino, che probabilmente cercherà di promuovere i partiti contrari al rinnovo delle sanzioni adottate dall’Unione europea contro la Russia” a seguito della crisi ucraina e dell’annessione russa della Crimea: lo afferma il rapporto sulle ingerenze russe internazionali redatto dallo staff del senatore democratico Usa Ben Cardin, che nelle tre pagine dedicate all’Italia fa riferimento esplicito al Movimento 5 Stelle e alla Lega.
Il rapporto commissionato dal senatore Cardin, membro della Commissione del Senato americano sulle relazioni con l’estero, è il primo documento del Congresso che dettaglia gli sforzi della Russia nel destabilizzare le democrazie, dall’Europa agli Usa, dall’elezione di Trump nel 2016.

Ma poi sono arrivati gli interventi dei politici targati UE…

 

—– E l’Europa chiamò —–

Partiamo con Moscovici [2]:

Serve un’Italia stabile, ancorata al progetto europeo e che non si avventuri in politiche economiche che mirano a “sfondare” il tetto del 3% nel rapporto tra deficit e Pil”. Pierre Moscovici, francese e socialista, commissario Ue agli Affari economici entra a gamba tesa nella campagna elettorale e riapre il fronte europeo esternando alla vigilia del voto tutte le preoccupazioni di Bruxelles. Troppi i programmi elettorali dichiaratamente euroscettici e ricchi di promesse “sfonda-debito”

E il suo sodale finlandese:

Il commissario per il Lavoro, il finlandese Jyrki Katainen, parla di «situazione molto delicata. Spero che l’ Italia sia guidata da un governo stabile pro-europeo», mentre il vicepresidente olandese della Commissione Frans Timmermans si rivolge al leghista Fontana: «Il pericolo per l’ Europa non viene da altri Paesi o altre religioni ma dalla paura che ispira troppo spesso l’ esclusione degli altri».

E in lontananza si possono udire, beffarde, le parole di Putin: «“Noi abbiamo buoni rapporti con l’Italia e per noi questo rapporto con lo Stato italiano è importante, non avrebbe nessuno senso rovinarlo“. Così Vladimir Putin a proposito delle presunte intromissioni russe nei processi elettorali italiani. “Queste – ha aggiunto – sono provocazioni fatte apposta per distruggere i legami fra i nostri due paesi. Noi abbiamo buoni rapporti sia con i partiti politici che con i servizi segreti italiani, con i quali abbiamo discusso di cooperare nella sicurezza digitale”» [4].

 

—– Medice, cura te ipsum —-

Moscovici, ahilui, non solo è un burocrate di Bruxelles ma è stato anche un ministro dell’Economia e delle Finanze fra il 2012 e il 2014 in terra francese. Ed ecco i risultati sul deficit francese [5]:

 

e quello italiano [6]:

 

Ops, i risultati italiani sono migliori. Come si dice in francese “medice, cura te ipsum”? Ma sono sicuro che alla prima occasione tirerà le orecchie a Macron… o forse no?

————————————————————————————–

[1] Cfr. http://www.repubblica.it/esteri/2018/01/10/news/usa_rapporto_dem_interferenze_russe_su_elezioni_italia-186223282/.

[2] Cfr. http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/europa/2018/01/16/moscoviciitalia-rischio-politico-per-ue_9a04f917-7bfe-45d7-be54-314f908bcfaf.html.

[3] Cfr. http://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/poi-si-lamentano-ingerenze-hacker-russi-moscovici-164992.htm.

[4] Cfr. http://www.repubblica.it/esteri/2018/01/11/news/putin_no_interferenze_elezioni_italia-186303338/.

[5] Cfr. https://tradingeconomics.com/france/government-budget.

[6] Cfr. https://tradingeconomics.com/italy/government-budget.

Annunci

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 17 gennaio 2018 da in politica con tag , , , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: