Charly's blog

Le parole di Buffon? Intollerabili, inaccettabili e di una violenza inaudita

Normalmente non mi occupo di eventi sportivi in questo blog, ma per un volta farò un’eccezione. Ecco a voi le parole di Buffon dopo la partita di Champions Real Madrid – Juventus [1]:

E’ un fiume in piena Gigi Buffon: “Non puoi avere il cinismo di distruggere il sogno di una squadra” ha detto il capitano della Juve riferendosi all’arbitro e al rigore assegnato al Real Madrid. “Non ha capito dov’era, non ha capito un c… , se non hai la sensibilità stai in tribuna a mangiare le patatine. Non ha avuto personalità su un episodio dubbio”. Il portiere ha rincarato la dose: “Al posto del cuore ha un bidone dell’immondizia”.

 Più precisamente l’intervento di Buffon può essere articolato su 4 punti:

  • “Non sapeva che era la mia ultima partita in Champions? Con che coraggio mi ha espulso? L’arbitro ha avuto un abbaglio, lo accetto. Non accetto che un professionista che arbitra una gara simile con due squadre simili non abbia personalità, coraggio e capacità di essere sereno e tranquillo. Non ha visto la partita d’andata, era impreparato. Fischiare un rigore del genere, dopo una gara memorabile, espellendo uno mai espulso per proteste alla mia ultima gara non esiste. Sei un animale. Non esiste, 18 eroi hanno fatto qualcosa di epico”
  • “Io non sto a sindacare, ha visto l’arbitro, ma su un’azione dubbia al novantatreesimo dopo un rigore non dato a noi non puoi avere il cinismo di distruggere il sogno di una squadra, ti ergi a protagonista per tuo vezzoo perchénon hai la personalità adeguata, un essere umano non può decretare un’uscita di una squadra con un episodio dubbio”
  • Al posto del cuore hai un bidone dell’immondizia. Se non hai la personalità allora stai in tribuna mangi le patatine, non puoi rovinare un’impresa epica che hai a certi livelli. Quando anche io non sono adeguato mi metto da parte, se non sei adeguato ti metti da parte”.
  • “L’arbitro ha fatto la sua partita, ma il problema è quello. A prescindere dall’assistente, è questione di sensibilità che deve albergare in ogni uomo, deve vedere la gara di andata e al ritorno venire sereno e fare cose eque. Era inevitabile che il leiv motiv era partire forte, avevamo lo 0,000001 possibilità di farcela”.

Ed è proprio in queste parole che troviamo una violenza inaudita, un sentimento antisportivo inaccettabile. Vediamo perché.

 

—- Er bidone al posto del cuore —-

Sull’episodio non è mancata la facile ironia come spesso succede nel mondo del calcio [2]:

Non si è ancora spenta l’eco dello sfogo di Gigi Buffon dopo l’eliminazione dalla Champions e il rigore decisivo concesso al ’93’ al Real Madrid dall’arbitro inglese Oliver che il capitano bianconero ha definito «insensibile». E infatti oggi, con quella dose di ironia (oltrechè di storica antipatia nei confronti della Juve) che da sempre caratterizza i tifosi viola, quando al 12′ del primo tempo il direttore di gara di Fiorentina-Spal, Orsato, ha concesso un rigore alla formazione emiliana per un contatto tra Vitor Hugo e Felipe ecco che dalla curva Fiesole è partito all’indirizzo dell’arbitro di Schio il coro “Insensibile, insensibile”. Lo stesso Orsato poi ha deciso di andare a rivedere le immagini sul monitor della Var a bordo campo e ha annullato il provvedimento ravvisando nella stessa azione un fallo precedente di Felipe su Pezzella. A quel punto gli stessi tifosi della Fiesole hanno cambiato slogan e cantato, sempre rivolgendosi a Orsato, “Sensibile, sensibile”.

Ma c’è anche chi si è offeso: « Le polemiche sembrano non placarsi: oltre alle critiche ricevute dal mondo del calcio, per Buffon arriva un altro guaio. Dopo le espressioni rivolte al direttore di gara, anche i vegani si sono scatenati sui Social. “Arbitro animale”, questa la frase che ha causato la rabbia delle associazioni vegane, le stesse che in rete hanno sottolineato come “gli animali abbiano molta più sensibilità rispetto all’estremo difensore bianconero”» [3].

Altri, ancora fanno notare che il Buffon medesimo non è di certo al di sopra degli inganni arbitrali come ben testimonia la dichiarazione rilasciata dopo la partita passata alla storia per il goal fantasma di Muntari: « “Non mi sono reso conto del gol di Muntari, ma in ogni caso non avrei aiutato l’arbitro”» [4].

E per quanto riguarda le lamentele sull’arbitraggio il medesimo Buffon le etichettava come alibi dei perdenti [5]:

“Sono numeri importanti, da prima della classe, con pieno merito per sgombrare il campo da qualsiasi illazione. Mi riferisco a Totti? No, sono chiacchiere che stanno in bocca a tanti. Servono come alibi a chi non vince, hanno una scusante sempre pronta. Ce lo siamo meritati: la sconfitta di Firenze ci ha insegnato tanto, come quella dell’Inter dell’anno scorso”. Sulla partita: “La Roma nel primo tempo ci ha creato parecchi grattacapi, oggi abbiamo vinto per gli episodi. Finché è stata in partita, ha dimostrato di non essere seconda per caso e di essere una squadra da temere che per 60 minuti mi ha impressionato. Mezzo scudetto? Non credo”.

E prima ancora: «Le polemiche a me non sono mai piaciute perché fanno emergere un lato di noi addetti ai lavori molto netto che è quello dell’incoerenza. Indubbiamente è capitato in due situazioni che la Juve tramite un errore umano ha tratto vantaggio in una partita, ma ogni volta che queste cose accadono alla Juve si scatena un pandemonio mediatico esasperato che è ingiusto nei confronti della società e dei giocatori ed è ingiusto anche perché ho l’impressione che la Juve diventi lo scudo e l’alibi per gli eterni incompiuti, per chi non vince mai» [6].

 

—– Perché io so’ io, e voi… —-

Anni prima era stato lo stesso Agnelli a dettare la linea di quello che viene chiamato “stile Juventus” [7]:

Lamentarsi degli arbitri? Non è nel nostro stile… sono cose da provinciali…

Vi chiedete che cos’è cambiato? Beh, all’epoca era la Juve a godere degli errori arbitrali e a non risultare penalizzata.

Tornando al match di Champions, il rigore di per sé non è affatto scandaloso e ci poteva stare esattamente come non sarebbe risultato scandaloso il non assegnarlo. Ma se consideriamo la gestione generale delle due partite si può anche far notare che l’approccio arbitrale di sicuro non è stato negativo nei confronti del Real, anzi. Un discorso analogo lo si può tenere anche per il Barcellona: in Champions difficilmente le squadre spagnole sono vittime di errori arbitrali.

Il che non toglie, ahimé, che le parole di Buffon siano intollerabili, inaccettabili e gravissime. Leggendo le sue dichiarazioni, infatti, viene fuori che:

  • Le espulsioni non sono dettate dal comportamento in campo ma devono essere basate su quello tenuto nelle partite precedenti o dal chi commette i falli;
  • Se c’è un rimonta in atto il regolamento non va applicato, è a discrezione dell’arbitro;
  • L’arbitraggio deve essere compensativo: sbagli prima? Rimedi poi inventando o negando i falli;
  • Il fallo non è fallo se a commetterlo è un giocatore di livello in un match di livello per una squadra di livello;

Quella descritta da Buffon è una mentalità mafiosa che si fa beffe del regolamento e dell’equità. Al Sassuolo non si deve mica assegnare un rigore al 93° perché l’avversario si gioca lo scudetto, il giocatore X non può mica essere ammonito perché l’altra volta non ha fatto un fallo, il rigore non può essere assegnato anche se evidente perché all’andata non ne è stato fischiato un altro.

In poche parole Buffon non solo ha distrutto lo stile Juve in una manciata di parole, ma ha reso evidente e palese la mentalità Juve, quella per la quale mezza Italia tifava mercoledì per il Real e ora gode come un riccio. A loro, ai gobbi, non si applica il regolamento, lo si interpreta in funzione dei giocatori, della partita e dell’arbitraggio compensativo. E poi hanno anche il coraggio di chiedersi perché mezza Italia sghignazzi quando i gobbi scoprono che in Europa sono un Sassuolo qualsiasi al cospetto del Real e del Barca…

——————————————————————————————————–

[1] Cfr. http://www.sportmediaset.mediaset.it/calcio/championsleague/buffon-furia-contro-l-arbitro-non-ha-capito-un-c-_1207703-201802a.shtml

[2] Cfr. https://www.gazzettadiparma.it/news/sport/507298/fiorentina-rigore-contro-i-tifosi-insensibile-cambia-idea-dopo-il-va-sensibile.html

[3] Cfr. http://www.itasportpress.it/gazzanet/juventus/arbitro-animale-associazioni-vegane-contro-buffon/

[4] Cfr. https://calcio.fanpage.it/quando-sul-gol-di-muntari-buffon-disse-non-avrei-aiutato-l-arbitro/

[5] Cfr. http://www.gazzetta.it/Calcio/Squadre/Juventus/05-01-2014/juventus-roma-buffon-davanti-merito-aiutini-alibi-chi-non-vince-conte-201990269272.shtml

[6] Cfr. http://www.napolisport1926.com/2012/12/buffon-la-juve-e-un-alibi-per-gli.html

[7] Cfr. http://tuttocalcio360.altervista.org/nownews-juventus-lamentarsi-e-da-provinciali-oppure-no/

Annunci

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 17 aprile 2018 da in Uncategorized con tag , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: