Charly's blog

Diamo i dati – La situazione occupazionale a novembre 2021

I dati Istat continuano a registrare un andamento positivo con un ritorno al pre-Covid nel mirino [1]:

Nel mese di novembre prosegue la crescita dell’occupazione osservata nei due mesi precedenti, facendo registrare in tre mesi un aumento di quasi 200 mila occupati; rispetto a gennaio 2021, l’incremento è di 700 mila occupati e riguarda sia il lavoro dipendente sia quello autonomo. Il tasso di occupazione è più elevato di 2,1 punti percentuali. Rispetto ai livelli pre-pandemia (febbraio 2020), il numero di occupati è ancora inferiore di 115 mila unità, ma il tasso di occupazione, pari al 58,9%, è superiore di 0,2 punti, quello di disoccupazione è sceso dal 9,7% al 9,2% e il tasso di inattività, al 35,0%, è ancora superiore di 0,2 punti.

Siamo a meno di mezzo milione di occupati di differenza. Tutto bene? Insomma…

Sul piano occupazionale è bene ricordare che l’Italia era un paese a elevata disoccupazione e a bassa occupazione già prima del Covid. Con un elevato numero di indipendenti causato proprio da questi problemi occupazionali.

Il rischio è che nel post Covid si ritorni alla normalità di un quadro nero in termini occupazionali. Considerato che i il PNRR è finanziato anche a debito da restituire è facile immaginare quanto si tratti, ormai, dell’ultima chiamata per evitare un esito alla messicana. Consapevolezza che non mi sembra essere molto diffusa nel paese o nella classe politica.

Sul fronte generazionale ritroviamo i soliti trend:

Con più disoccupati over 50 che non under 24. Ma degno di nota è che gli occupati over 50 sono più numerosi di quelli 35-49 e tutti gli occupati under 50 superano gli over 50 solo del 50%. D’altronde gli inattivi over 50 non sono poi tanto lontano dal numero complessivo degli attivi… Il disastro demografico si vede anche in numeri del genere.


[1] Cfr. https://www.istat.it/it/archivio/265272

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 14 gennaio 2022 da in Diamo i dati con tag , , .
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: